Amfetamine

0

Amfetamine

Sintetizzate nel 1887 e nel 1894 da Adolf von Bayer, dalla condensazione dell’acido malonico e urea si cominciò a produrre la “malonilurea” o “acido barbiturico”, e dunque gli psicofarmaci di sintesi. Gli effetti delle amfetamine sono stati scoperti solo molti anni dopo, in concomitanza con il proibizionismo degli anni’30, si diffusero così le amfetamine che sostituivano l’alcool e la cocaina. Si potevano trovare ad un costo esiguo, e producevano euforia permanendo per un tempo più lungo. Solo negli anni ’60 si conobbero i pericoli circa l’uso di queste sostanze, e le amfetamine furono considerate come sostanze prescritte sotto sorveglianza, ciò rendeva quindi difficile la reperibilità. Furono distribuite ai soldati di tutti gli eserciti durante la seconda guerra mondiale, successivamente assunte per vari scopi: anoressizzanti, stimolanti per la performance psico-fisica.

Share.

About Author

Coordinatore del BART. Dottore in Psicologia clinica ad indirizzo criminologico, specializzata in psicologia giuridica ed in scienze forensi, analisi investigativa, intervento sulla scena del crimine e criminal profiling. Mi interesso di ricerca nell’ambito delle new addictions, del sexual offending e dell’impiego delle nuove tecnologie in ambito trattamentale.

Rispondi