Amore geloso

0

La Gelosia nella Dipendenza Affettiva

Nelle dinamiche relazionali di certe coppie, la Gelosia è fortemente correlata con la Dipendenza Affettiva. Se è presente una sarà presente anche l’altra.

Il Delirio di Gelosia

Secondo la definizione di Bowlby la gelosia è “una risposta emotiva legata al pericolo di perdita e sottrazione del partner, che è connessa a reazioni di angoscia, rabbia e aggressività che hanno la funzione di proteggere la relazione stessa”. Il dipendente affettivo tende a muoversi sulla spinta della sua paura più grande, quella di rimanere solo e farà di tutto per evitare che ciò possa accadere. Nella situazione in cui si suppone che l’oggetto d’amore, senza un dato di realtà, possa venir meno, si manifesta quella dolorosa sensazione di vuoto e vulnerabilità che spesso spinge a scenate di gelosia o gesti disperati nel tentativo di tenere legato a sé l’oggetto d’amore.

Gelosia sana e gelosia patologica

La gelosia è una reazione normale, tutti noi la proviamo ogni tanto. È la conseguenza di una sensazione che un rapporto per noi importante sia messo in pericolo. La gelosia sana informa le persone a noi care che teniamo al loro rapporto. Ma, come sussiste la gelosia sana, vi è anche la gelosia patologica e irreversibile. Nella maggior parte dei casi la gelosia patologica si verifica nelle dinamiche di coppia. Il geloso patologico si aggrappa ad un’idea delirante che il suo partner sia sleale, non considerando che non vi sia nessuna prova che supporti la sua conclusione. Chi soffre di gelosia patologica si crede padrone del proprio partner e si ossessiona con il vigilare, inseguire e tentare di “cogliere in flagrante” il suo compagno.

La gelosia patologica può presentarsi sia negli uomini che nelle donne, anche se è più frequente e problematica negli uomini. La gelosia patologica, differentemente dalla gelosia normale, può durare anni. Di solito i gelosi patologici si accaniscono su avvenimenti insignificanti per accusare il partner di infedeltà e non sono disposti a cambiare il proprio punto di vista quando si imbattono in prove logiche che dimostrano loro di essere in torto.

Nelle situazioni più radicate il partner con gelosia inveterata perviene ad eccessi rischiosi, inizia ad essere violento con il suo partner e/o con il presunto amante. È similmente frequente che il geloso patologico desideri di fare male a se stesso. Solitamente accade a persone con personalità ossessionate o che abbiamo una personalità dipendente, infatti è molto comune in quelle coppie che vivono una legame di dipendenza affettiva.

 

La gelosia nelle dinamiche di coppia

 In molte ricerche si evince che nelle coppie, dove c’è un partner che è molto sicuro dell’altro e che promette fedeltà, i conflitti provocati dalla gelosia diminuiscono.Viceversa, dietro un sentimento di gelosia si possono nascondere diversi fattori, come una sofferta rivisitazione di conflitti affettivi del passato, una strategia difensiva contro la paura di soffrire, insicurezza personale, bassa autostima, eccessiva dipendenza, desiderio di manipolare l’altro e aspettative infondate sul partner.

La gelosia non si prova e non si manifesta sempre nello stesso modo, in certe coppie la gelosia è una dinamica di comunicazione, rappresenta uno strumento per spostare l’attenzione da altri problemi di cui non si parla apertamente.Agli uomini pesa di più confessare di essere gelosi ma non ne sono dispensati, vanno in collera e nel peggiore dei casi assumono comportamenti violenti o scelgono di interrompere la relazione, inoltre interpretano l’infedeltà come un attacco al loro orgoglio maschile e vogliono sapere se ci sono stati rapporti sessuali e come sono stati, entrando dunque in competizione.

Le donne invece tendono ad assumersi la colpa dell’eventuale tradimento e a salvare la relazione; utilizzano diverse strategie: come cambiare immagine, oppure tornare sui propri passi. Sono inoltre molto curiose nei confronti delle rivali. A piccole dosi e in certe situazioni, la gelosia fa bene, in quanto porta ad analizzare la relazione e a decidere se è realmente soddisfacente o che cambiamenti si possono apportare per ottenere dei miglioramenti. Infine, in dosi moderate, può portare a rivivere una passione più intensa in quelle relazioni dove la sessualità è un po’ spenta.

 

 

Share.

About Author

Psicologo Clinico, esperta in Psicologia delle Dipendenze e Dottoranda di ricerca presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

Rispondi